*
  
*
*
*
Login 
  mercoledì 28 giugno 2017 Registrazione 
 Descrizione Riduci
UN’INDAGINE APERTA A TUTTI
In un caldo pomeriggio d’estate si odono due colpi, dall’interno di una villetta posta ai confini del paese. I Carabinieri, chiamati dai vicini, arrivano quasi subito.
Lungo il vialetto d’ingresso incontrano un uomo, che sta riponendo nella sacca la sua doppietta ancora fumante: lo salutano ed entrano nella villetta.
All’interno tutto è a soqquadro. La vicina, accorsa subito, si presta ammirevolmente a rimettere tutto in ordine, prima che arrivino i R.I.S. Questi non troveranno alcuna impronta né macchie di sangue, nemmeno quelle della vittima, che è stesa al centro del soggiorno.
Al termine di due anni d’indagine, il G.I.P. archivierà, non solo per mancanza di prove, ma anche e soprattutto perché manca un colpevole: per questo il fascicolo sarà denominato “Fascicolo K”.
Nel frattempo il signore con la doppietta avrà citato a giudizio la vicina, rea di averlo additato come uomo di malaffare; inutilmente quella tenterà di far presente, in aula, che lo ha incontrato una sola volta, a 50 metri di distanza, e che non vi è altro testimone agli epiteti, oltre lui. La vicina sarà condannata a 24.000 mila Euro di risarcimento, ai quali si aggiungeranno i 27.000 Euro di parcella richiesti dall’avvocato del signore con la doppietta.
Questa storia nasconde una coppia di enigmi, per gli appassionati del giallo:
1)- Quali reati sono stati compiuti, se ve ne è alcuno ?
2)- Questa vicenda non vi ricorda qualcosa che avete già letto, per esempio tra i documenti di questo Sito ?
E’ possibile che la soluzione, specie del secondo enigma, sia assai difficile in questa prima fase, di allestimento del Sito: qualche File non è ancora pronto, ma verrà pubblicato a suo tempo, per mantener vivo l’interesse dei “lettori”.
Se trovate la soluzione, scrivetemi !

 Stampa   
 Download Riduci

 Stampa   
 Fabrizio Calabrese Copyright (c) 2008 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy